23 ott 2017

   

0851

/

0149

La Legge di stabilità: 18 miliardi di tasse in meno

Sono previste entrate per 36 miliardi attraverso Rendite (3.6 miliardi), Deficit (11 miliardi), Riprogrammazione (1 miliardo), Spending (15 miiardi), Lotta all’evasione (3.8 miliardi), Banda L (0.6 miliardi), Slot Machine (1 miliardo) ed uscite per 36 miliardi suddivise in Ammortizzatori (1.5 miliardi), Scuola (0.5 miliardi), Giustizia (0.25 miliardi), Patto di Stabilità per i comuni (1 miliardo), Cofinanziamento (1.2 miliardi),TFR (0.1 miliardo), Roma e Milano (0.15 miliardi), Spese a Legislazione Vigente (6.9 miliardi), Riserva (3.4 miliardi), Bonus 80€ (9.5 miliardi), Eliminazione nuove tasse (3 miliardi), IRAP componente lavoro (5 miliardi), Contratto a tempo indeterminato (1.9 miliardi), Partite IVA (0.8 miliardi), Famiglie (0.5 miliardi), Ricerca e sviluppo (0.3 miliardi).

Pertanto, ricapitolando, la Legge di stabilità prevederà i seguenti interventi: Meno tasse per 18 miliardi; gli 80 euro diventano una misura definitiva, Via alibi per chi deve assumere prevedendo Zero contributi per i contratti a tempo indeterminato, investimento nei settori chiave del paese ovvero scuola – lavoro – giustizia, riduzione del 70% del patto di stabilità per i comuni, più risorse per ricerca e innovazione, operazione serietà che si concretizza nello stop alle spese non coperte, spending review prevedendo tagli da 15 miliardi di euro, recupero e contrato all’evasione per 3.8 miliardi e slot machines per 1 miliardo, libertà per i lavoratori dipendenti di avere il TFR in busta paga a Zero costi per le imprese.

Materiale destinato alla stampa:
Scarica PDF "La Legge di stabilità: 18 miliardi di tasse in meno"