23 ott 2017

   

0851

/

0149

Ddl sulla responsabilità sanitaria: dopo la Camera l’iter prosegue al Senato

Infografica: Ddl sulla responsabilità sanitaria: dopo la Camera l’iter prosegue al Senato

Ddl sulla responsabilità sanitaria: dopo la Camera l’iter prosegue al Senato

Più tutele per i cittadini e più garanzie per gli operatori sanitari

Nuovi strumenti per raccogliere le Informazioni e prevenire il rischio da sanità

  • Nascono in ogni Regione i Centri per la gestione del rischio sanitario e la sicurezza del paziente per raccogliere i dati sugli errori sanitari e sul contenzioso.
  • Presso l’Agenas viene istituito l’Osservatorio nazionale sulla sicurezza nella sanità con il compito di raccogliere i dati regionali e prevenire il rischio sanitario.

Più Informazioni e Trasparenza per i cittadini

  • Il Difensore Civico assumerà la funzione anche di Garante del diritto alla Salute cui segnalare disfunzioni del sistema sanitario.
  • Le direzioni sanitarie delle strutture dovranno fornire agli aventi diritto la documentazione clinica relativa al paziente entro 30 giorni dalla richiesta.
  • Le strutture sanitarie pubbliche e private devono pubblicare sui propri siti web i dati relativi a tutti i risarcimenti erogati nell’ultimo quinquennio.

Nuove Linee guida per il personale sanitario e certezza per la Responsabilità penale

La colpa grave e la connessa responsabilità penale per il personale sanitario è esclusa se vengono rispettate le buone pratiche clinico-assistenziali e le raccomandazioni del Ministro della salute.

Responsabilità Civile e Riduzione del Contenzioso

  • È prevista la responsabilità contrattuale della struttura.
  • La Responsabilità extra contrattuale (con onere della prova a carico del paziente e prescrizione a 5 anni) per gli operatori delle professioni sanitarie.
  • Il Tentativo di conciliazione prima di andare in giudizio è reso obbligatorio per tutte le parti coinvolte comprese le assicurazioni.
  • L’azione di rivalsa verso gli operatori sanitari scatterà solo in caso di dolo o colpa grave e per un importo non superiore al triplo della retribuzione lorda annua.

Obbligo di assicurazione, trasparenza e più certezza nei risarcimenti

  • Tutte le strutture sanitarie dovranno assicurarsi per i danni contro terzi causati dagli operatori sanitari anche in regime di libera professione intramuraria o telemedicina.
  • Sul sito internet della struttura dovrà essere indicata l’impresa assicurativa con i dettagli dei contratti stipulati.
  • La garanzia assicurativa si estenderà per eventi pregressi denunciati nei cinque anni successivi alla scadenza del contratto assicurativo. Prevista, al termine della vita professionale, una copertura decennale.
  • Il danneggiato potrà agire direttamente, entro i limiti delle somme assicurate, nei confronti dell’impresa di assicurazione.
  • Nasce il Fondo di garanzia presso CONSAP, pagato dalle assicurazioni, per risarcire i danni non coperti per superamento dei massimali o per insolvenza/liquidazione delle compagnie.

Materiale destinato alla stampa:
Scarica PDF "Infografica: Ddl sulla responsabilità sanitaria" Scarica JPG "Infografica: Ddl sulla responsabilità sanitaria"