29 mag 2017

   

0998

/

0002

Prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo

Infografica: Prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo

Dopo l’approvazione alla Camera il provvedimento è ora al Senato in seconda lettura.

Cosa prevedono le nuove norme.

ISTANZA DELLA PERSONA OFFESA E INTERVENTO DEL GARANTE PER LA PRIVACY

  • La vittima di cyberbullismo, anche minore, potrà chiedere al fornitore del servizio di contenuti digitali di oscurare, rimuovere o bloccare i dati personali diffusi in rete.
  • In caso di inerzia la richiesta va fatta al Garante per la protezione dei dati personali che entro quarantotto ore dovrà provvedere.
  • Non sono considerati fornitori di contenuti su internet gli access provider, i cache provider e i motori di ricerca.

RIPARAZIONE DEL DANNO

  • Il Cyberbullo, anche se minore (o chi esercita la responsabilità genitoriale), può attivare, per finalità riparative, l’istanza di cancellazione.

 PIANO D’AZIONE INTEGRATO E MONITORAGGIO

  • Nasce presso la Presidenza del Consiglio un Tavolo tecnico per un piano di azione integrato per il contrasto e la prevenzione del bullismo e del cyberbullismo.
  • La Polizia postale ogni anno deve relazionare al Tavolo sui risultati dell’attività di contrasto al cyberbullismo.
  • Previsto un sistema di raccolta dati per monitorare il fenomeno e la sua evoluzione.
  • Nasce il codice di co-regolamentazione per la prevenzione e il contrasto del cyberbullismo rivolto a tutti gli operatori digitali.
  • Prevista l’attivazione sui principali media di campagne informative periodiche di prevenzione e sensibilizzazione sul bullismo e cyberbullismo.

 PREVENZIONE E CONTRASTO NELLE SCUOLE

  • Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) ha il compito di predisporre le linee di orientamento puntando sulla formazione del personale scolastico.
  • Previsto un ruolo attivo degli studenti (ed ex studenti in peer education) nella prevenzione e nel contrasto del bullismo e del cyber bullismo.
  • Previste misure di sostegno e rieducazione dei minori coinvolti.
  • Tutte le scuole di ogni ordine e grado, devono promuovere l’educazione all’uso consapevole della rete Internet e ai diritti e doveri derivanti dal suo utilizzo.
  • In ogni istituto sarà individuato un docente contro il bullismo e il cyber bullismo, che dovrà collaborare anche con la Polizia postale e le associazioni giovanili.
  • Il dirigente scolastico ha il compito di informare tempestivamente i genitori dei minori coinvolti in atti di bullismo o cyberbullismo.
  • Il dirigente sentite le famiglie convoca i minori coinvolti, il referente scolastico e i rappresentanti di classe per l’adozione delle misure.
  • Previsti bandi degli Uffici Scolastici Regionali per il finanziamento di progetti di reti scolastiche per il contrasto al bullismo e al cyberbullismo e di educazione alla legalità.
  • Iniziative dei Servizi sociali territoriali.
  • Saranno promossi progetti di sostegno ai minori vittime di atti di bullismo e cyberbullismo.
  • Previste iniziative rieducative – anche attraverso attività riparatorie o di utilità sociale – dei minori autori degli atti.

 FINANZIAMENTI ALLA POLIZIA POSTALE

  • È previsto un finanziamento di 220.000 euro all’anno nel triennio 2016-2018 a favore del Fondo per il contrasto alla pedopornografia su Internet (Legge 18 marzo 2008, n. 48).

 AMMONIMENTO DA PARTE DEL QUESTORE

  • Per atti di bullismo che non costituiscano reati procedibili d’ufficio, il questore potrà convocare il responsabile ammonendolo oralmente ed invitandolo a tenere una condotta conforme alla legge.
  • Se il bullo è minorenne, il questore convoca anche almeno un genitore (o altro esercente la potestà genitoriale).

MODIFICHE AL CODICE PENALE: STRETTA SULLO STALKING TELEMATICO

  • Lo stalker informatico è punito con la reclusione da 1 a 6 anni: colpito lo scambio di identità, divulgazione di dati sensibili, diffusione di registrazioni di fatti di violenza o minaccia.
  • In caso di condanna scatta la confisca obbligatoria di cellulari, tablet o pc.

Dopo l’approvazione alla Camera il provvedimento è ora al Senato in seconda lettura.

Materiale destinato alla stampa:
Scarica PDF "Infografica: Prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo" Scarica JPG "Infografica: Prevenzione e contrasto del bullismo e del cyberbullismo"